L’importanza dell’acqua

L’acqua è la risorsa più importante della Terra, essenziale per tutti gli esseri viventi presenti su questo pianeta. Le sue proprietà sono peculiari, uniche, fondamentali sia per l’essere umano che per gli animali, le piante e perfino per i più piccoli organismi. Insomma, senza acqua non ci sarebbe vita. Ed è proprio per questo che va rispettata, protetta e salvaguardata. Capirne l’importanza sensibilizza le persone anche rispetto a questi temi, su cui si gioca il nostro futuro.

Perché l’acqua è così importante per la vita?

L’Acqua è fonte di vita, non esiste una risorsa più importante dell’acqua sulla Terra. Ciò per via del fatto che l’acqua contribuisce in maniera decisiva a sviluppare e mantenere la biodiversità di tutte le specie viventi. Si tratta di un elemento indispensabile per la nutrizione del pianeta, di tutti gli esseri viventi che lo popolano e dunque anche per la sopravvivenza dell’uomo.

Dall’acqua parte tutta la vita del pianeta, in una catena in cui tutti gli esseri viventi sono collegati. Tuttavia, di fronte alla forte crescita demografica del pianeta, il consumo di acqua nel mondo è ogni giorno più scarso, e molte delle sue riserve sono a rischio d’inquinamento e contaminazione.

Proprio così: soprattutto a causa delle attività umane, l’acqua è diventata un bene da proteggere a tutti i livelli. E questo passa dalla sensibilizzazione delle persone: tutti noi dobbiamo essere più attenti a non sprecarla e a curare amorevolmente gli ambienti che ce la regalano pura.

Lo sviluppo e il sostentamento della vita passano dalla presenza dell’acqua sulla Terra: senza, la stessa vita quotidiana e lo svolgimento delle azioni più semplici non sarebbe possibile.

importanza dell'acqua

L’importanza dell’acqua per la Terra e l’ambiente

La tutela dell’ambiente, e quindi di tutti gli esseri viventi che popolano la Terra (compreso l’uomo) passa anche da un’attenzione particolare e specifica nei confronti dell’acqua.

Esattamente come per l’essere umano, anche la superficie terrestre è ricoperta principalmente da acqua: ben il 71%.

Già da questo dato si intuisce quanto sia una risorsa fondamentale per il mantenimento dello stato di salute di tutto l’ecosistema Terra: uomo, animali, piante e tutto il clima dipendono dalla presenza dell’acqua. Da essa dipendono, tra le altre cose:

  • tutte le reazioni chimiche e i meccanismi di trasporto all’interno delle cellule viventi. (vedi il ciclo dell’acqua, presupposto fondamentale per garantire la vita in natura);
  • le temperature costanti degli oceani e degli altri bacini acquiferi di grandi dimensioni;
  • escursioni termiche lungo le coste mitigate (proprio per la presenza di grosse masse d’acqua).

In questo senso, la sostenibilità ambientale assume un ruolo imprescindibile, specialmente nell’ottica della conservazione di oceani e mari e cura delle risorse marine.

L’importanza dell’acqua per l’uomo e per il corpo

Va da sé che non esiste un elemento più prezioso dell’acqua per l’essere umano. Senza, l’organismo non potrebbe funzionare, dal momento che è una risorsa che non può mancare per il corretto mantenimento delle funzioni vitali, ovvero respirazione, trasporto sostanze nutritive, digestione, escrezione, termoregolazione ecc.

L’essere umano ha bisogno di un consumo quotidiano di acqua, dal momento che è il costituente principale dell’organismo: la percentuale di acqua nel corpo umano in un uomo di taglia media (70 kg) è di circa il 60% del peso corporeo, mentre nelle donne è del 50%. La percentuale sale al 75% con riferimento ai neonati.

Idratarsi e bere il giusto quantitativo di acqua quotidiano (cioè circa 2-2,5 litri al giorno) fa stare meglio e permette di affrontare ogni giornata nel migliore dei modi, sia a livello fisico che psichico.

Per quanto riguarda le funzioni svolte, l’acqua – con le sue caratteristiche – regola la temperatura corporea e il volume cellulare, consente di assorbire e assimilare minerali, vitamine, aminoacidi e altre sostanze, favorisce i processi digestivi, permette il trasporto dei nutrienti alle cellule e dell’ossigeno al cervello, contribuisce a rimuovere le tossine e le scorie metaboliche e agisce come lubrificante per articolazioni e muscoli.

Il bisogno di bere acqua può comunque variare a seconda delle condizioni fisiopatologiche della persona. Indipendentemente dalla quantità consumata, l’acqua non ha calorie e non indice sul bilancio energetico dell’organismo. Ma l’acqua non ha un valore esclusivamente legato alla salute del corpo.

Ad esempio, il simbolismo dell’acqua nelle religioni è evidente: dal cristianesimo al buddismo, dall’induismo all’Islam, è sempre protagonista della vita spirituale dei popoli e accomuna tutte le fedi.

Lascia un commento