L’acqua proteica

Tra le novità più interessanti presenti di recente sugli scaffali dei supermercati, c’è sicuramente l’acqua proteica. In questo articolo andremo a fornire una panoramica dettagliata su questo prodotto: vedremo innanzitutto che cos’è e in che modo si differenzia rispetto alle altre bevande.

Proseguiremo poi esaminando i suoi potenziali benefici, come il supporto all’attività muscolare e l’idratazione, considerando anche le sue applicazioni quotidiane. Inoltre, verranno analizzate le possibili controindicazioni, al fine di fornire una visione completa e oggettiva che aiuti i lettori a comprendere se questa bevanda possa adattarsi al loro regime alimentare e stile di vita.

Cos’è l’acqua proteica

L’acqua proteica è una bevanda che combina le proprietà idratanti dell’acqua con l’aggiunta di proteine (quota extra che va dai 10 ai 20 grammi), solitamente derivate dal siero di latte o da collagene idrolizzato.

Caratterizzata dalla presenza di componenti quali calcio, magnesio e zinco, l’acqua proteica negli ultimi tempi si è diffusa notevolmente, diventando un prodotto popolare reperibile non solo in negozi specializzati, ma anche nella GDO.

acqua proteica

I benefici dell’acqua proteica

L’acqua proteica è stata progettata per offrire un modo conveniente e a basso contenuto calorico per integrare l’assunzione di proteine nella dieta, particolarmente apprezzata da coloro che praticano attività fisica regolare ma non solo.

A differenza delle classiche bevande proteiche, spesso ricche di additivi e calorie, tende ad essere più leggera e con un profilo nutrizionale più pulito, rendendola una scelta popolare per l’idratazione post-allenamento o come integratore quotidiano di proteine.

La sua crescente popolarità si deve alla sua facilità di consumo, al gusto gradevole e alla capacità di unire i benefici delle proteine con quelli dell’acqua, essenziale per una buona idratazione.

Offre diversi benefici, specialmente se assunta nella dose consigliata (15g di proteine al giorno) e in accompagnamento ad un’attività fisica regolare.

Ecco alcuni degli aspetti chiave di un’acqua proteica come Sant’Anna Pro, che contiene 15 g di collagene idrolizzato per bottiglietta.

Studi scientifici hanno infatti dimostrato che l’assunzione di 15 g di proteine al giorno, accompagnata da una regolare attività fisica*, contribuisce:

● Ad aumentare la massa grassa; 

● Al mantenimento della massa ossea;

● Ad aumentare la forza muscolare.

Inoltre, in generale l’acqua proteica è dissetante e rappresenta un’ottima alternativa alle bibite. Per chi cerca una bevanda con meno zuccheri o calorie rispetto alle bibite zuccherate, l’acqua proteica può essere un’ottima scelta.

Questo perché mette a disposizione i benefici delle proteine senza l’aggiunta di zuccheri e grassi che si trovano in molte altre bevande.

Tuttavia, è importante notare che l’acqua proteica non può essere considerata una fonte primaria di proteine.

Le proteine sono nutrienti complessi e per una nutrizione completa è preferibile ottenerli da fonti alimentari varie e complete.

Questo perché gli alimenti proteici naturali (come carne, pesce, uova, latticini e legumi) offrono un profilo amminoacidico più completo e altri nutrienti essenziali che non si trovano nell’acqua proteica.

Inoltre, il consumo eccessivo di proteine in forma liquida può non essere soddisfacente come il consumo di proteine solide, potenzialmente portando a uno squilibrio nell’apporto calorico e nutrizionale.

*Gli effetti benefici si possono verificare assumendo 1 bottiglietta al giorno per 12 settimane. Il prodotto non è da intendersi come sostituto dei pasti e di una dieta sana ed equilibrata.

Ci sono controindicazioni?

Il consumo di acqua proteica (che non deve mai superare la dose consigliata) può essere controindicato per alcuni individui a causa delle loro condizioni di salute specifiche o delle sensibilità.

Persone con problemi renali, come l’insufficienza renale, dovrebbero fare attenzione con prodotti ad alto contenuto proteico, poiché un eccesso di proteine può aumentare il carico sui reni.

Allo stesso modo, chi ha allergie o intolleranze alle proteine utilizzate nell’acqua proteica, come quelle del siero del latte o della soia, dovrebbe evitarla.

Anche chi segue una dieta con restrizioni specifiche, per esempio a basso contenuto proteico per motivi di salute, dovrebbe consultare un medico prima di includere l’acqua proteica nella propria dieta.

Infine, persone con condizioni mediche che richiedono un controllo rigoroso dell’apporto di nutrienti, come diabetici o coloro con certi disordini metabolici, potrebbero aver bisogno di valutare attentamente l’inclusione di acqua proteica nel loro regime alimentare.

È sempre consigliabile consultare un medico o un dietologo prima di apportare modifiche significative alla dieta, specialmente se si hanno condizioni mediche preesistenti.

Lascia un commento