Il the, pianta prodigiosa

Tra gli alimenti che accompagnano la storia dell’umanità, spicca una bevanda piena di pregi e ricca di sapore: è il the, che da millenni ci disseta e tonifica. Con le sue straordinarie proprietà organolettiche, questa pianta dalle foglie verde smeraldo e dai fiori bianchi ci regala ciò che Sant’Anna trasforma nel gustoso SanThè: vero infuso di the unito alla purezza dell’acqua che sgorga dalle Alpi di Vinadio e alla frutta migliore.

Ma cosa ha di così speciale questa pianta prodigiosa, che ancora oggi regge intere economie e che ci regala la bevanda più diffusa al mondo? Scopriamo insieme qualche informazione in più su questa specie vegetale così preziosa, leggendone la carta d’identità.

santanna santhè piantagione the

Il suo nome è Camellia sinensis e viene coltivata in molti paesi dell’Asia e dell’Africa, tra cui Argentina, Cina, India, Indonesia, Iran, Giappone, Kenya, Pakistan, Sri Lanka, Turchia e Vietnam. Il termine “the”, con tutte le sue varianti locali, pare derivi dal cinese antico e dall’ideogramma 茶, traslato poi in te.

 

Tipologie

Il the si divide in numerose tipologie:

The nero

Le foglie di the vengono raccolte, poi arrotolate e la membrana spezzata. Questo procedimento fa sì che assumano un colore bruno e un aroma intenso. Tra tutte, è la varietà più diffusa al mondo.

The verde

Ormai celebre per le sue proprietà antiossidanti e depurative, il the verde viene preparato con foglie che non subiscono alcuna ossidazione. Dopo il the nero, è la varietà più consumata al mondo e quella che sta vedendo un aumento di consumo più marcato negli ultimi anni.

The oolong

Viene anche detto the blu o the quing. Le foglie fresche vengono fatte appassire al sole e poi tostate. Ha un gusto gradevole ed è molto apprezzato in Cina.

The bianco

Si tratta di un the povero di teina, prodotto esclusivamente con germogli e foglie, pregiato e dall’aroma delicato.

The giallo

Una variante piuttosto rara del the verde, preparato con una leggera torrefazione e pressatura. Ha un alto contenuto di fluoro e un sapore tenue.

The Pu’er

Proviene dalla provincia dello Yunnan, in Cina, e ha un gusto particolare, terroso, poco apprezzato dai nostri palati occidentali. È frutto di una elaborata preparazione che ne mantiene intatte le qualità organolettiche.

santanna santhè the in teiera

Malgrado quel che si possa pensare, tutte le tipologie di the esistenti derivano dalla stessa pianta. Le foglie vengono sottoposte a differenti trattamenti e si differenziano per il grado di fermentazione, a partire dal the verde, che non è fermentato, passando per gli oolong, fino a giungere ai the neri, dal gusto più intenso. I trattamenti a cui vengono sottoposte le foglie determinano le caratteristiche del prodotto finale, che può essere ulteriormente lavorato attraverso l’aggiunta di aromi o tramite processi di deteinizzazione, volti a renderlo il the che tutti conosciamo come deteinato. Allo stesso modo si ottengono anche i the alla frutta e quelli speziati.

Molti avranno anche sentito parlare del cosiddetto “the rosso”: in realtà la definizione è impropria perché si tratta di una bevanda a base di Karkadè, estratto dal fiore dell’Hibiscus sabdariffa, una pianta della famiglia delle Malvaceae, o dal Rooibos, una radice proveniente dal Sudafrica il cui nome deriva da “red bush” in lingua afrikaans.

 

Le proprietà del the

Il the è un prodotto decisamente ricco di qualità e deve la sua fama alle sue innumerevoli proprietà. Contiene infatti caffeina (spesso nota come teina nel caso del the), ovvero uno stimolante del sistema nervoso; a questa si aggiungono teobromina e teofillina, due alcaloidi anch’essi ad azione stimolante, e gli antiossidanti, di cui sono ricchi soprattutto i the verdi e bianchi. Anche il the nero riserva un tesoro, essendo ricco di polifenoli: malgrado i flavonoidi siano presenti in forma semplice anche nei the non fermentati, e siano di immediata assimilazione, il the nero li contiene in forma strutturata, molecole più grandi che esercitano un’azione benefica sull’organismo a lungo termine.

A questi preziosi elementi si aggiungono i sali minerali, tra cui spiccano per quantità il fluoro e, nel the verde, il manganese; presenti ovunque invece le vitamine B1 e B2, le cosiddette vitamine della crescita, la vitamina C, essenziale per il funzionamento del sistema immunitario e le vitamine E e P, che contribuiscono a mantenere in salute la pelle.

santanna santhè preparazione the

 

Preparazione

La modalità di preparazione del the modifica gli effetti della bevanda sull’organismo. Un’infusione breve di circa due minuti rilascerà soprattutto caffeina e teina, così da ottenere una bevanda tonificante e stimolante, mentre una infusione prolungata (tra i tre e cinque minuti) regala una bevanda rilassante grazie all’effetto dell’acido tannico che agisce come antagonista della caffeina. Questo metodo di preparazione appartiene alla tradizione anglosassone, diffusa in Europa, ma bisogna ricordare che esistono tradizioni che prevedono complessi rituali di preparazione e ricette meticolose, come nelle culture giapponese e cinese, con infusioni multiplee lunghi tempi di preparazione.

Anche la tipologia e la temperatura dell’acqua è un fattore decisivo per il risultato finale: più alta sarà la temperatura di quest’ultima, più la bevanda che otterremo sarà astringente, mentre un’acqua più tiepida ci consentirà di sorseggiare un the più dolce. Un’acqua pura e leggera, come Acqua Sant’Anna, è l’ideale per esaltare tutti gli aromi della miscela di the.

santanna santhè the freddo

 

Il the freddo

Anche il the freddo non fa eccezione a queste regole di preparazione. Pur essendo una abitudine di consumo abbastanza recente – si è diffuso soprattutto a partire dagli anni ‘70 e l’Italia oggi è uno dei paesi europei con il maggiore consumo pro capite – ha riscosso subito grande successo per le sue qualità rinfrescanti e per la presenza della frutta che ne migliora l’acidità, rendendolo una bevanda sana, gustosa e ideale per tutte le età.

Consumato nel tempo libero ma anche in tavola, oggi il the freddo è una delle bevande preferite da grandi e piccini. Per questo Sant’Anna produce SanThè, una linea di the freddi preparati con vero infuso di the nero, senza conservanti né coloranti e naturalmente privi di glutine. Oggi SanThè è disponibile con una nuova ricetta nei gusti limone, pesca e the verde oltre alla gamma SanThè Benessere nelle versioni cocco e curcuma, melograno, mirtillo e zenzero e limone: l’ideale per chi cerca un prodotto dissetante e profumato, sempre con estratti e succhi al 100% naturali. Infine, per andare incontro alle esigenze dei più piccoli SanThè è anche proposto come prodotto deteinato, nei gusti limone e pesca.

Foto credits 1,2,4,5

Lascia un commento

Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione di terze parti. Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie tecnici. Per i cookie di profilazione di terze parti è invece necessario il tuo consenso esplicito. Maggiori informazioni

INFORMATIVA SUI COOKIE
Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione di terze parti.
Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa estesa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie tecnici.
Per visualizzare alcuni contenuti, ad esempio i video YouTube, è necessario il tuo consenso esplicito.

Chiudi