HUMMUS DI ZUCCA DI HALLOWEEN CON CECI CROCCANTI

Oh sì, ottobre, sei un mese che ci piace davvero tanto.
L’aria d’autunno si percepisce forte e chiara, ma è mitigata da splendidi pomeriggi di sole.
Vogliamo poi parlare dei colori che ci sai regalare?
Dei frutti e dell’atmosfera che sai suscitare?
Mai come in questi giorni amiamo regalarci delle lunghe passeggiate in mezzo alla natura, perché l’inizio autunno è come una primavera al contrario. È così suggestivo osservare le variazioni che avvengono, lente e veloci allo stesso tempo: il sapersi stupire davanti alle fronde dell’albero che vediamo dalla finestra che cambiano colore.
Ci accorgiamo di quanta meraviglia hai portato. Come un pittore talentuoso hai trasformato il mondo attorno a noi con una suggestiva tavolozza di colore, un quadro che regali a tutti coloro che sanno osservare, un momento di pausa dall’intensa successione di cose che accadono.
Questo ci doni, ottobre: la consapevolezza del tempo che passa e che, sì, può essere anche un po’ malinconico, ma se il risultato che osserviamo è quello davanti ai nostri occhi, è una malinconia che ha l’effetto di un balsamo per il cuore.

hummus di zucca e ceci

Ricordi che riaffiorano e fanno riflettere, com’è possibile che un tempo non amassimo il colore arancione?
Adesso è diventato una delle tonalità cromatiche che amiamo di più, tanto che quest’anno lo abbiamo scelto anche nel rinnovare gli accappatoi delle bimbe: delle splendide zucchette fresche di doccia.

Sì, forse la svolta è stata proprio la zucca a farci amare anche questa calda tonalità, che sta fra il giallo e il rosso, e che sa trasmettere così bene le atmosfere dell’autunno.
In casa nostra di zucche siamo fanatici: le coltiviamo, le compriamo, le decoriamo, le cuciniamo e ci vorremmo circondare di un’infinità di zucche meravigliose, dalle bucce verdi e gibbose o sottili e aranciate, lunghe o tonde, a trombetta o in qualunque altra forma.

Le ricette a tema zucca, poi, sono il comfort food per eccellenza in questo periodo. Oggi abbiamo sperimentato una novità: dato che amiamo molto l’hummus, spalmato su una fetta di pane o gustato direttamente a cucchiaiate, abbiamo deciso di provare a realizzarne una versione con la zucca.
Un suggerimento che possiamo darvi è di utilizzare una zucca Hokkaido, dalla bella buccia arancione. Nel ricavarne la polpa per la ricetta dell’hummus, tenete il guscio per decorarlo come un perfetto Jack o’Lantern di Halloween!

Hummus di zucca top view

Hummus di zucca con ceci croccanti

Tempo di preparazione: 45 minuti
Tempo di cottura: 25 minuti per la zucca + 20 minuti per i ceci croccanti Temperatura del forno: 180°

Ingredienti per l’hummus di zucca

400 g di zucca al vapore 250 g di ceci precotti

succo di mezzo limone
2 cucchiai di tahina
mezzo cucchiaino di cumino mezzo cucchiaino di paprika dolce sale e pepe
20 ml di olio extravergine d’oliva Acqua Sant’Anna naturale q.b.

Per i ceci croccanti

230 g ceci
un cucchiaio di farina di riso
paprika dolce
sale
due cucchiai di olio extra vergine d’oliva

Preparazione

Cuocete la polpa della zucca a vapore, fino a che non sarà morbida al tocco di una forchetta. Sciacquate i ceci precotti sotto l’acqua e inseriteli in un frullatore con la zucca lasciata intiepidire. Aggiungete tutti gli altri ingredienti, tenendo da parte un bicchiere con dell’acqua tiepida.
Iniziate a frullare e aggiungete l’Acqua Sant’Anna Naturale poco per volta, fino ad ottenere un hummus cremoso.

Per i ceci croccanti:
Sciacquate i ceci precotti sotto l’acqua e asciugateli con un panno pulito o della carta da cucina. Trasferiteli in una ciotola e aggiungete un cucchiaio di farina di riso, con paprika, sale, olio evo e mescolate bene.
Infornateli su una teglia in forno già caldo e girateli a metà cottura.

Hummus su fetta di pane

Autunno nel piatto, negli occhi e nel cuore, come l’Acqua Sant’Anna Naturale che non manca mai sulla nostra tavola in ogni stagione.
Alcune volte, sorseggiandola, ci chiediamo quanto sarà meraviglioso l’altopiano circondato dalle Alpi Marittime da cui sgorga. Immaginiamo la sorgente incontaminata, la purezza dell’aria e i colori dell’autunno tutto intorno: Sant’Anna porta con sé tutto questo. Ecco perché è la nostra preferita!

Lascia un commento