Impegno sul territorio

Per Acqua Sant’Anna è sempre stato prioritario, fin dalla sua nascita, lo sviluppo e il mantenimento di una solida relazione con il territorio della Valle Stura in cui ha sede lo stabilimento produttivo.
In un 2020 che colpito dall’emergenza sanitaria ha abbattuto l’economia mondiale Acqua Sant’Anna ha deciso di sostenere nel suo piccolo i suoi dipendenti e la popolazione della Valle, alcuni ospedali e le famiglie di un villaggio del Malawi cercando di regalare un momento di felicità in questo periodo buio e sofferente per tutti.


I rapporti con la comunità di riferimento

Intorno alla sorgente, tra le più alte in assoluto in Italia, non ci sono insediamenti industriali, non ci sono campi concimati, non ci sono pascoli intorno, non c’è nulla, salvo la natura incontaminata e l’acqua che sgorga.
Lo stabilimento rispetta i principi della bioarchitettura e bioedilizia, creando il minimo impatto ambientale nel rispetto delle forme e dei materiali tradizionalmente utilizzati in montagna (prevalenza di legno e pietra).

Nuova vita
Numerosi manager, dirigenti, docenti, studenti italiani e internazionali hanno scoperto Vinadio facendo visita allo stabilimento dell’Acqua Sant’Anna.

Beneficienza e solidarietà per la comunità

Proprio in funzione del rispetto del territorio, diverse delle opere sociali e di beneficenza realizzate negli anni sono state proprio rivolte all’immediata comunità di Vinadio e della Valle Stura in generale. Tra queste, ad esempio:

– Donazioni in arredo e giochi didattici per le scuole materne della valle.
– Finanziamento della costruzione del palaghiaccio di Vinadio e per la sistemazione di sentieri di montagna.
– Donazione di un defibrillatore alla Croce Rossa di Vinadio.
– Fornitura di acqua ai ricoveri per anziani e scuole della valle.

Durante l’emergenza sanitaria da coronavirus Acqua Sant’Anna ha voluto contribuire realmente al supporto di chi era in prima linea durante la pandemia. Sono state elargite donazioni in favore delle strutture sanitarie locali, in particolare per agli ospedali di Cuneo ed Orbassano, per l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature specifiche utili agli operatori per garantire assistenza ai pazienti e massima sicurezza per tutto il personale sanitario.

Inoltre sono stati donati bancali di acqua e bevande Acqua Sant’Anna alla Croce Rossa e all’ospedale da campo di Bergamo a supporto della produzione alimentare.


Tra le altre iniziative di solidarietà e beneficenza realizzate dall’Azienda negli anni, vi sono ad esempio:

💧 costruzione di pozzi in Africa, attraverso l’adesione al “Progetto Africa” di Ampelos;
💧 sostegno al Banco Alimentare;
💧 sostegno alla Fondazione Telethon attraverso una campagna di comunicazione per la raccolta fondi in collaborazione con BNL Paribas.

Acqua Sant’Anna da sempre ha voluto far sentire la sua vicinanza e dare il suo contributo alle popolazioni in difficoltà donando forniture di acqua minerale alle popolazioni colpite dal sisma in Abruzzo ed Emilia-Romagna; e, recentemente, sono arrivate delle forniture di acqua e bevande per la Croce Rossa attiva a Limone Piemonte e per le comunità di Tenda e La Brigue colpite dall’alluvione di inizio ottobre scorso.

Nel corso del 2019 Acqua Sant’Anna è stata premiata con il primo Charity Award 2019, istituito dalla Fondazione Banco Alimentare, onlus italiana che si occupa della raccolta di generi alimentari e del recupero delle eccedenze alimentari della produzione agricola e industriale per redistribuirle a strutture caritative che svolgono attività assistenziale per i più bisognosi.

La Società è stata premiata per la particolare attenzione dimostrata nelle iniziative di carattere solidale dell’associazione e per la continuità di donazioni di acqua e bevande destinate alle persone assistite dal Banco Alimentare. 

Gestione dei rapporti con le istituzioni scolastiche

Acqua Sant’Anna intrattiene relazioni e collaborazioni costanti con le istituzioni scolastiche e, in particolare, con le Università (Politecnico di Torino e Dipartimento BMSS dell’Università di Torino) al fine di:
– inserire nuovi giovani in Azienda tramite stage formativi, tirocini curriculari ed extra curriculari o progetti specifici di alto apprendistato;
– ottenere pareri/consulenze nell’ambito delle verifiche di conformità, dell’implementazione di nuovi progetti, presentazione di nuovi prodotti, ecc..

La realtà di Acqua Sant’Anna
è da sempre un case study di riferimento del settore Food&Beverage proprio per la sua capacità di essere stata innovativa e all’avanguardia fin dalle sue origini.

Proprio per questo Acqua Sant’Anna è meta di visitatori e studenti che ogni anno arrivano nello stabilimento per poter apprezzare i macchinari e le tecnologie evolute.

Nel 2020, anno di crisi ed emergenza, il caso Acqua Sant’Anna è stato proposto a molti studenti, attraverso testimonianze, per la sua capacità di essere veloce e flessibile alla richiesta del mercato e di risollevarsi così dalla crisi in breve tempo.